1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Enel, RasBank vede improbabile una controfferta su Suez

QUOTAZIONI Enel
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Suez e Gaz de France hanno annunciato un progetto di fusione in base ad un rapporto di concambio di 1:1, dopo la distribuzione di un dividendo straordinario agli azionisti Suez di un euro per azione. L’operazione, che sarà finalizzata entro il secondo semestre del 2006, comporterebbe, secondo le società interessate, sinergie di costo per 500 milioni di euro all’anno ed il mantenimento dell’intera forza lavoro. Il governo francese, che riuscirebbe a chiudere il mercato francese all’Enel sconfessando la reciprocità che l’operazione Edf/Edison lasciava intendere, dovrebbe mantenere una quota di circa il 34% della nuova entità (ora detiene l’80% di Gdf). Gli analisti di RasBank commentano negativamente la notizia per Enel, “che in questo modo vede bloccato il suo progetto di espansione in Francia e Belgio attraverso l’acquisto di Electrabel e/o Suez. In prima battuta la penalizzazione degli azionisti di Suez dai termini della fusione lascerebbe spazio ad una controfferta da parte di Enel su Suez. Non riteniamo però che la cosa sia facilmente perseguibile, sia per lo schieramento compatto del governo francese, dei principali azionisti Suez, e dei sindacati, sia per le eventuali difficoltà di Enel di reperire, molto probabilmente da sola, le risorse finanziarie necessarie a finanziare un’operazione da 43 miliardi, senza considerare eventuali premi di controllo”. RasBank mantiene “neutral” sul titolo del gruppo guidato da Fulvio Conti, con target price di 6,55 euro per azione in revisione.