1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Enel promossa da Goldman Sachs a pieni voti: forte sconto rispetto ai competitor

QUOTAZIONI Enel
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Per Enel “i conti 2016 oltre le guidance aziendali, forniscono indicazioni molto forti anche per il 2017”, paro-la di Goldman Sachs. La banca d’affari statunitense applaude con vigore ai numeri snocciolati questa mat-tina del gruppo italiano che ha chiuso il bilancio 2016 con ricavi pari a 70,6 miliardi di euro, Ebitda ordinario a 15,2 miliardi, utile netto a 3,2 miliardi e debito netto a 37,6 miliardi. Il Cda ha deliberato un dividendo di 0,18 euro, in linea con le precedenti indicazioni.

“Con questi numeri ci aspettiamo che il mercato aumenti la fiducia sulle guidance al 2017”, scrivono gli ana-listi della casa d’affari. Il management ha infatti confermato le indicazioni per il 2017, che aveva diffuso lo scorso novembre al momento della presentazione del piano 2016-2019. L’Ebitda è previsto a 15,5 miliardi di euro, utile netto a 3,6 miliardi, debito netto a 38 miliardi e un dividendo minimo di 0,21 euro per azione.

Per Goldman Enel è il titolo che gode del maggior sconto sui multipli all’interno del settore utility e questo grazie alle previsioni in rialzo per il triennio 2017-2019. “Stimiamo un Cagr del 3% per l’Ebitda ed una cresci-ta a doppia cifra dell’Eps”, scrive ancora la banca d’affari che stima per Enel uno sconto del 20-25% rispetto ai peers e circa il 40% rispetto al settore.

Sullo sfondo i fattori di rischio, che GS non dimentica, “Bassi prezzi delle materie prime, pressione sui prezzi e incrementi nel rischio Paese dove Enel è operante”, queste le principali sfide che si pongono di fronte al gruppo tricolore.