1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Enel, precario equilibrio su quota 2,945 euro

QUOTAZIONI Enel
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Secondo miglior titolo di Piazza Affari, Enel sale di oltre un punto percentuale sostenuto da volumi in crescita. Il quadro grafico rimane tuttavia incerto. Enel è reduce da una discesa che, dai massimi relativi del 28 ottobre, ha portato a una perdita di valore di circa il 18 per cento. In particolare, lunedì Enel ha rotto al ribasso il supporto statico a 3,116 euro con un’apertura di contrattazioni in gap ribassista. La violazione proietterebbe un target in corrispondenza di area 2,60 euro. Se Enel non riuscirà a evitare una chiusura di seduta al di sotto della linea che unisce i minimi delle sedute del 13, 18 e 21 ottobre e che attualmente transita in area 2,945 euro, il rischio che lo scenario si evolva negativamente rimarrà elevato. Chi propende per tale scenario può impostare ordini di vendita sotto 2,92 euro con primo target sui minimi storici del 23 settembre scorso a 2,81 euro e successivamente a 2,58 euro. Lo stop loss in tal caso andrebbe posizionato su chiusure superiori a 2,95 euro.