Enel: ok all'aumento di capitale, confermato il dividendo

Inviato da Redazione il Gio, 12/03/2009 - 12:42

Come da attese Enel ha annunciato un aumento di capitale da 8 miliardi. La ricapitalizzazione non comporterà modifiche alla cedola 2008, mantenuta a 0,49 euro (di cui 0,20 euro già versati come acconto in novembre). Il rafforzamento del capitale del gruppo elettrico italiano sarà completato entro la fine del 2009 e potrebbe vedere anche la partecipazione del Ministero del Tesoro, che ha manifestato l'interesse ad aderire.

Enel ha archiviato l'esercizio 2008 con un utile netto a 5,29 miliardi di euro, in crescita del 35,2% rispetto 3.916 miliardi di euro riportati nell'esercizio precedente, grazie soprattutto all'acquisizione di Endesa. Bene anche i ricavi aumentati del 40% a 61,18 miliardi rispetto a 43.688 miliardi dell'esercizio 2007. Il risultato operativo è salito del 40,7% a 9,54 miliardi di euro, mentre l'indebitamento si è ridimensionato del 10,4%, appena sotto i 50 miliardi di euro, in linea con le attese del gruppo.

Nell'ambito della presentazione del piano industriale, il gruppo guidato dall'amministratore delegato Fulvio Conti ha annunciato l'avvio di un programma di cessioni da 10 miliardi di euro entro il 2010. Le dismissioni dovrebbero consentire di ridurre il debito netto consolidato a 45 miliardi di euro nel 2010 e, successivamente, a 41 miliardi nel 2013. Il rapporto fra debito e margine operativo lordo dovrebbe mantenersi inferiore a 3 e 2,5 volte, consentendo la conservazione di un rating di classe A". Per il 2010 è stato indicato un Ebitda di 16 miliardi di euro e di 18 miliardi nel 2013.

COMMENTA LA NOTIZIA