Enel mette in cantiere investimenti per 13 mld di euro fino al 2009

Inviato da Redazione il Gio, 25/08/2005 - 08:51
Quotazione: ENEL
Nuovi investimenti per 13 miliardi di euro da qui al 2009, tutti in efficienza delle strutture operative e soprattutto di quelle centrali, da riequilibrare verso i combustibili più redditizi come il carbone e il gas a ciclo combinato, con l'obiettivo di abbattere del 20% i prezzi finali dell'energia recuperando in gran parte, se non completamente, il differenziale con l'estero. Ma ciò non impedirà nel frattempo di creare ricchezza a immediato vantaggio degli azionisti che possono contare sul nuovo premio annunciato per l'autunno con un dividendo straordinario tra i 17 e i 20 centesimi frutto della vendita del 30% di Terna alla Cassa depositi e prestiti. E' la promessa dell'amministratore delegato del'Enel Fulvio Conti pronunciata nel suo intervento al Meeting di Rimini, promessa che verrà mantenuta grazie ai profitti del 2005 che si annunciano in linea con i brillanti risultati dell'ultimo triennio. In cambio la richiesta di lasciare volare l'ex monopolista senza i nuovi vincoli che qualcuno vorrebbe aggiungere alla terapia antitrust già attuata.
COMMENTA LA NOTIZIA