1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Enel, per Merrill Lynch non e’ piu’ un titolo da comprare

QUOTAZIONI Enel
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

E’cambiato il vento su Enel a sentir parlare Fabio Soleri, analista di Merrill Lynch. Secondo l’analista della casa d’affari il titolo del colosso energetico italiano non è più un azione da comprare, bensì su cui stare neutral. Un cambio di atteggiamento che viene spiegato con la performance di Enel in Borsa quest’anno. “Enel ha sovraperformato le altre utilities del 13%”, sottolinea Soleri. “Noi guardiamo alla società come una storia di ristrutturazione e pensiamo che maggiore potenziale potrebbe emergere dal taglio dei costi piuttosto che dal bilancio. Tuttavia rimane un’opportunità di investimento nel lungo termine”, aggiunge l’analista della prestigiosa merchant bank. “Il forte newsflow che ha supportato la performance di Enel negli ultimi tre trimestri potrebbe prevedere una pausa fisiologica per i mesi a venire, in vista della presentazione di marzo 2005”. Ma nulla da temere. Soleri si affretta a dire: “Enel potrebbe semplicemente performare in linea con gli altri competitors”. A riprova che Enel è una società affidabile, l’esperto di ML ha rivisto al rialzo le stime sull’utile per azione 2005 di riflesso ai cambiamenti attesi con l’introduzione degli Ias. “Abbiamo aumentato l’Eps 2005 di 7 cents (+16%) portandolo a 0,50 euro e quello 2006 a 0,48% (+13%). A sua volta questo avrà un impatto positivo del 2% sulle stime 2005”, conclude Fabio Soleri di Merrill Lynch.