1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Enel, per Ing da evitare il lancio di un’Opa ostile su Suez

QUOTAZIONI Enel
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

“To bid or not to bid”, ovvero “fare un’offerta oppure no”, questo è il dilemma-titolo con cui prende il via il report su Enel firmato dagli analisti di Ing. Secondo indiscrezioni infatti il colosso energetico italiano guidato da Fulvio Conti sarebbe pronto a lanciare un’Opa ostile su Suez, ma prima di procedere starebbe aspettando notizie dall’incontro in calendario per lunedì tra il ministro italiano dell’Economia, Giulio Tremonti, e quello francese delle Finanze, Thierry Breton, incontro che potrebbe spianare il campo a una crescita di Enel in Francia e Belgio, come parte di un generale processo di lieberalizzazione di questi mercati. Ma secondo gli analisti di Ing l’approccio dell’Opa ostile non è quello preferibile. Innanzi tutto, alla casa d’affari olandese restano scettici circa la possibilità che Enel riesca a comprare Suez controla volontà del Governo francese. Ma non tutto il male viene per nuocere e così, come ricompensa per la perdita di Suez, il gruppo italiano potrebbe aggiudicarsi un’esposizione privilegiata sul mercato di generazione d’oltralpe, magari tramite Snet. Infine, il broker olandese ritiene che la fusione tra Suez e Gaz de France possa aprire la strada a significative possibilità di crescita per Suez in Belgio. Ing ha confermato per l’occasione sia il rating di Enel, “buy”, sia il prezzo obiettivo, pari a 7,80 euro per azione.