Enel in pole sull'S&P, mercato fiuta dividendo straordinario

Inviato da Redazione il Gio, 24/03/2005 - 15:47
Quotazione: ENEL
Enel è la prima della classe sull'S&P. Il titolo del colosso elettrico sale del 2,17%, scambiando a quota 7,4350 euro. A dare grinta all'azione il passaggio del 30% di Terna dall'Enel alla Cassa depositi e prestiti. Il closing è avvenuto a un prezzo pari a 2,271 euro per azione. Il prezzo corrisposto, sarà determinato "in base a un meccanismo di aggiustamento, che terrà conto della media ponderata dei prezzi ufficiali dell'azione Terna registrati antecedentemente al trasferimento della partecipazione da Enel a Cdp. Tale corrispettivo, all'incirca 1,36 miliardi di euro, includerà una maggiorazione del 3% a titolo di premio". Ebbene secondo i calcoli di alcuni analisti interpellati da Spystocks questa operazione frutterà ad Enel un dividendo straordinario di 0,17 euro. Questi centesimi sommati alla cedola ordinaria di 0,36 euro suonano molto bene alle orecchie degli investitori. Sul mercato gira anche voce che la prossima settimana avverrà la cessione di Wind. Un'altra operazione che avrà ripercussioni felici nelle tasche degli azionisti e affezionati di Enel. Alla domanda se la vendita Wind gonfierà i dividendi della società, gli esperti del Csfb sostengono in una nota uscita qualche giorno fa: "ci aspettiamo che Enel possa migliorare la visibilità anche per quanto riguarda le cedole da distribuire agli azionisti così come disporre di cash per aumentare gli utili in Italia o all'estero".
COMMENTA LA NOTIZIA