1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Enel Green Power si rafforza in Brasile e prepara lo sbarco in Borsa

QUOTAZIONI Enel
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Enel Green Power scalda i motori per lo sbarco in Borsa. Le tappe dell’ipo sono già state fissate e a breve verrà stabilito il range di prezzo. A sgombrare il campo dai dubbi, è arrivata la conferma da parte del presidente di Enel, Piero Gnudi, a margine del workshop Ambrosetti. “Collocheremo un’azienda con grandi prospettive e non credo che ci sia necessità di fare sconti”, ha risposto Gnudi ai giornalisti che gli chiedevano se l’azienda fosse disposta ad uno sconto sul prezzo di collocamento per invogliare gli investitori.


Il gruppo attivo nel business delle energie rinnovabili arriverà sul listino milanese a fine ottobre e dovrebbe conquistare lo scettro di matricola più grande d’Europa, con un’ipo che potrebbe superare i 3 miliardi di euro. Gnudi ha inoltre confermato che Enel Green Power verrà collocata sulla piazza finanziaria di Milano e su quella di Madrid. Il via libera della Consob è atteso verso la metà di ottobre.

Lasciando il tema caldo della quotazione, Enel Green Power si rafforza in Brasile. La controllata del colosso elettrico italiano si è aggiudicata 90 MW nella gara pubblica del Paese carioca dedicata alla sola energia eolica, grazie a tre progetti caratterizzati da un’elevata ventosità e un fattore di producibilità di circa il 50%, tra i più alti a livello mondiale. Questo vuol dire che gli aerogeneratori potranno lavorare per oltre 4 mila ore equivalenti l’anno, circa il doppio cioè della media europea. Lo ha annunciato Enel in una nota, specificando che la gara si è svolta mediante un’asta competitiva, con l’aggiudicazione di soli 528 MW rispetto ai circa 7.000 MW ammessi a partecipare.


Con una capacità installata di 30 MW ciascuno, Cristal, Primavera e Sao Judas, questi i nomi dei tre progetti di Enel Green Power, saranno in grado di produrre oltre 390 mila MWh all’anno, pari ai consumi di circa 245 mila famiglie brasiliane.  I campi eolici saranno realizzati nello stato brasiliano di Bahia e, grazie alla localizzazione in aree semi-aride, potranno godere di incentivi dedicati allo sviluppo infrastrutturale. Attraverso la gara, il gruppo italiano ha ottenuto il diritto di stipulare un contratto di vendita ventennale dell’energia elettrica prodotta dai tre impianti mediante l’ente nazionale brasiliano CCEE, a un prezzo indicizzato al 100% dell’inflazione brasiliana.