FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La situazione patrimoniale vede l’indebitamento salire a 3.762 milioni, dai 3.092 milioni di fine 2010. “Siamo in grado di confermare tutti gli obiettivi finanziari e di crescita di fine 2011, così come comunicati al mercato a marzo, in occasione della presentazione del piano industriale”, ha detto Francesco Starace, Amministratore delegato e Direttore Generale della società.

Il titolo, dopo un massimo di seduta a 1,74 euro toccato poco dopo la pubblicazione dei conti in questo momento sale dell’1,85% a 1,704 euro.