1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Enel: finalizzata cessione del 14,8% di Enel Rete Gas a F2i e Ardian

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

E’ stata data esecuzione oggi all’accordo stipulato lo scorso 6 dicembre tra Enel, Enel Distribuzione, F2i, Ardian e F2i Reti Italia, (quest’ultima controllata da F2i e Ardian che possiede l’85,1% del capitale sociale di Enel Rete Gas, mediante la cessione a F2i Reti Italia 2 (società anch’essa controllata da F2i e Ardian) della quasi totalità della residua partecipazione posseduta da Enel Distribuzione in Enel Rete Gas, pari a circa il 14,8% del capitale sociale di quest’ultima. E’ quanto si legge in una nota.

Il corrispettivo per la cessione dell’intera partecipazione residua posseduta da Enel Distribuzione in Enel Rete Gas è stato definito nell’ambito dell’accordo in misura pari a 122,4 milioni di euro. In attesa della scadenza dei termini per l’esercizio del diritto di prelazione da parte di tutti gli altri azionisti di Enel Rete Gas (che rappresentano complessivamente circa lo 0,05% del capitale sociale) ed essendosi verificate le condizioni sospensive dell’accordo, Enel Distribuzione ha finalizzato oggi la cessione a F2i Reti Italia 2 della partecipazione proporzionalmente spettante a F2i Reti Italia per un corrispettivo di circa 122,3 milioni di euro.

Enel Distribuzione procederà successivamente, una volta che siano decorsi i termini per l’esercizio del diritto di prelazione, alla vendita delle azioni residue di Enel Rete Gas agli altri azionisti che avranno esercitato tale diritto o, in caso di mancato esercizio, a F2i Reti Italia 2, realizzando in tal modo il previsto incasso complessivo di 122,4 milioni di euro.

Oggi F2i Reti Italia ha inoltre rimborsato ad Enel, anticipatamente rispetto alla scadenza naturale del 2017, il finanziamento (cosiddetto “vendor loan”) ricevuto da quest’ultima nel 2009, in occasione della cessione dell’80% del capitale di Enel Rete Gas, per un ammontare pari a circa 177 milioni di euro (importo comprensivo del capitale iniziale, nonché degli interessi maturati e non ancora rimborsati).

Complessivamente l’operazione, che rientra nel programma di dismissioni annunciato al mercato da Enel lo scorso 13 marzo, consente al gruppo di realizzare un incasso pari a circa 300 milioni di euro, con un effetto di riduzione dell’indebitamento finanziario netto consolidato di 122,4 milioni di euro (pari al corrispettivo finale per la cessione della partecipazione).