Enel: Deutsche Bank preoccupata dal minority buyout, in rosso titolo a Piazza Affari

Inviato da Flavia Scarano il Mer, 19/03/2014 - 11:33
Quotazione: ENEL
Enel in rosso a Piazza Affari. Il titolo del colosso energetico italiano mostra sul Ftse Mib un calo dell'1,27% a 4,034 euro. Questa mattina gli analisti di Deutsche Bank hanno rivisto al rialzo il target price sull'azione a 4,2 euro dal precedente 3,2 euro, confermando il giudizio hold. La strategia di Enel, spiega il broker, punta ad una crescita nei mercati emergenti, nelle attività regolamentate e nelle rinnovabili. Il piano di investimenti da 25,7 miliardi di euro previsto entro il 2018 consentirebbe un tasso di crescita annuo dell'Ebitda nel 2014-2016 stimato di circa il 3% e un tasso di crescita annuo dell'utile netto del 10%.


Tuttavia gli esperti vedono un rischio su questi utili nel caso in cui il management non riesca a portare a termine il programma di acquisto delle minority in corso. Il piano è quello di investire 9,7 miliardi di euro tra acquisto delle minoranze e acquisizioni, finanziato da 6 miliardi di cessioni e free cash flow. A detta di Deutsche Bank questa è una strategia interessante ma non facile da portare avanti. Questa incertezza e un dividend yield del 25% più basso stimato nel 2016 potrebbe giustificare l'andamento del titolo che tratta a sconto rispetto ai concorrenti.
COMMENTA LA NOTIZIA