Enel: Credit Suisse conferma il neutral, alzate le stime su Eps 2012

Inviato da Flavia Scarano il Gio, 22/11/2012 - 11:48
Quotazione: ENEL
Credit Suisse ha confermato la raccomandazione neutral su Enel e il prezzo obiettivo a 3 euro. La banca d'affari elvetica ha inoltre rivisto al rialzo del 3% le stime sull'Eps 2012, lasciando inalterate quelle sul 2013. Gli analisti continuano a vedere venti contrari sui mercati 'core' del colosso energetico, limitandone la potenziale crescita su livelli operativi. Gli esperti prevedono un Cagr (tasso di crescita annuale composto) per l'Ebitda del 2% nel 2012, con trend negativi nella power generation sia italiana che spagnola, a causa degli elevati margini di riserva, della riforma del mercato energetico in Spagna e del rischio di downside dei prezzi dell'energia in Italia, in scia alla nuova strategia energetica messa a punto dal governo. Di positivo, prosegue il broker, c'è un asse mix in Italia che continua a rimanere un vantaggio competitivo, con carbone e idroelettrico che rappresentano oltre il 70% della capacità. Inoltre, la cartolarizzazione del deficit tariffario per le imprese elettriche spagnole come anche l'aumento di capitale di Enersis potrebbe, a detta di Credit Suisse, aiutare l'aumento dei ratios di leverage del gruppo. Catalizzatore del titolo sarà la riforma del mercato energetico in Spagna che, per gli analisti, alla fine dell'anno dovrebbe ricevere l'approvazione finale dal Parlamento e che, se non subirà cambiamenti, potrebbe rappresentare un catalyst positivo. Ma anche la nuova strategia energetica italiana che deve essere definita dal Governo che però potrebbe far crescere i timori circa i futuri prezzi energetici. Così gli esperti che stimano un dividend yield 2013 inferiore al 5%, ben al di sotto della media del settore al 6,4%. Il titolo sul Ftse Mib avanza dello 0,14% a 2,89 euro.
COMMENTA LA NOTIZIA