1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Enel: Conti, investimenti da 1 miliardo nei rigassificatori

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

A spingere l’Italia sull’orlo dell’emergenza sono i ritardi negli investimenti e la mancanza di infrastrutture. Ne sono convinti Fulvio Conti e Paolo Scaroni, rispettivamente amministratore delegato di Enel e di Eni, che ieri, nel Meeting di Rimini organizzato da Comunione e Liberazione, hanno parlato dei progetti delle due società. Conti, in particolare, ha confermato che l’Enel investirà nei prossimi cinque anni 1 miliardo di euro per la costruzione di uno, forse due, impianti per la rigassificazione a Porto Empedocle e per la partecipazione al progetto Galsi, che prevede la realizzazione di un gasdotto sottomarino che collega le coste africane con Sardegna e Toscana. L’ad di Eni, Paolo Scaroni si è invece rammaricato dei ritardi negli investimenti. “Dal 1965 non costruiamo più un rigassificatore. Nello stesso periodo la Spagna ne ha costruiti sette. Qualcosa vorrà dire. Temo che il treno sia partito e sarà difficile per l’Italia recuperare”. Quanto alla possibile vendita di Snam, Scaroni ha affermato che “se fossimo costretti lo faremo nell’interesse degli azionisti”.