Enel: per Citigroup e' da comprare fino a 7,6 euro

Inviato da Redazione il Gio, 13/04/2006 - 10:18
Enel alla prova delle elezioni politiche. Guardando il grafico sembrerebbe proprio di sì. Come spiegano gli analisti di Citigroup nella nota raccolta da Finanza.com nella settimana che ha preceduto le elezioni Enel ha perso circa il 3% contro il -1,6% del settore delle utilities e il -0,6% del mercato italiano. "La maggior parte dei commentatori teme che la vittoria della Sinistra potrebbe comportare limiti più stringenti alle emissioni di CO2, con danno per la profittabilità di Enel", spiega il broker. A suo avviso invece questi rischi, anche se concreti, sono esagerati. "Enel è in grado di assorbire una riduzione delle assegnazioni di quote di CO2 fino al 15% aumentando i prezzi fino a 3 euro per Megawattora, una mossa resa possibile dalle clausole dei contratti (stipulati con la clientela, ndr)", riprendono gli analisti. "Inoltre le quote (di CO2, ndr) che Enel può ottenere attingendo ai cabon funds ai quali partecipa possono coprire l'intero deficit evitando addirittura di dover aumentare il prezzo del magawattora", aggiungono. Dunque gli analisti confermano la raccomandazione d'acquisto su Enel fino a un prezzo obiettivo posto a 7,6 euro.
COMMENTA LA NOTIZIA