Enel chiude con la telefonia. Ceduto il rimanente 26,1% a Sawiris

Inviato da Redazione il Ven, 01/12/2006 - 08:41
Quotazione: ENEL
Ciò che di Wind e della telefonia rimaneva nelle mani del colosso dell'energia elettrica italiano, Enel, è stato ceduto ieri al magnate egiziano Sawiris con un accordo che prevede il passaggio del 26,1% di Weather Invetment, holding controllante di Wind e Orascom, a Wind acquisition holding (10%) e a Weather Investments II (16,1%) entrambe facenti capo a Sawiris. La cifra pattuita è di 1,962 miliardi di euro che serviranno, come affermato dall'amministratore delegato di Enel FUlvio Conti, "alla crescita internazionale delle attività" completando la focalizzazione sul core business dell'energia. Il pagamento è previsto in due tranche, 1 miliardo subito e il resto entro i 18 mesi successivi con la clausola di un'integrazione a favore di Enel nel caso Sawiris rivendesse prima di questo periodo a maggiore prezzo le azioni.
COMMENTA LA NOTIZIA