Enel: Centrosim, possibile chiusura anticipata di posizioni corte istituzionali

Inviato da Redazione il Ven, 01/07/2005 - 10:33
Quotazione: ENEL
Comunque vada sarà un successo. E' il collocamento della quarta tranche Enel da parte del Tesoro. "Ad un giorno dalla chiusura del collocamento di Enel-4, le richieste da parte del mercato retail avrebbero già superato i 450 milioni di pezzi, mentre sul fronte istituzionale esiste disomogeneità di numeri, con alcune fonti che indicano oltre i 400 milioni di pezzi, ed altre che invece indicano oltre 600 mln di pezzi", dicono gli analisti di Centrosim nella nota uscita oggi e raccolta da Finanza.com. "La quota riservata al mercato retail dovrebbe comunque essere portata al 50% rispetto al 20% iniziale, ma anche con questa mossa si prospetterebbe il sorteggio per questa categoria di azionisti, che in tal modo non sarebbero tutti accontentati nemmeno per il lotto minimo", fanno notare gli esperti. "L'altro 50% dovrebbe invece essere garantito agli istituzionali, per garantire una certa presenza di fondi nell'azionariato", aggiungono ancora. Dunque: "lo switch di quote dal comparto istituzionale a quello retail forza la chiusura anticipata di eventuali posizioni corte sul titolo aperte da investitori istituzionali", è il verdetto di Centrosim.
COMMENTA LA NOTIZIA