Enel: Centrosim conferma stime Ebitda 05-06

Inviato da Redazione il Mar, 21/06/2005 - 15:47
Quotazione: ENEL
Senza infamia senza lode è stato il roadshow di Enel. Parola di Centrosim.
"Si è svolto senza particolari spunti l'avvio del roadshow di Enel-4, con la discussione di alcuni rilevanti temi conseguenti la cessione di Wind e Terna rinviata a settembre". Esordiscono così gli analisti della sim milanese nella nota uscita oggi e raccolta da Finanza.com. "In merito alla politica dei dividendi è stato anticipato che a partire dall'anno prossimo la parte ordinaria sarà superiore a 36 centesimi con l'ulteriore upside derivante dal riequilibrio del leverage. In base alle nostre attese sulla redditività del gruppo, il dividendo di almeno 36 centesimi è sostenibile, implicando nel LT un pay-out ratio intorno all'80%", continuano. "La variabile chiave nella comprensione della redditività futura del gruppo resta la powergen, dove Enel è chiamata a contrastare con il repowering ed il miglioramento del mix dei combustibili l'aggressiva azione portata dai competitor in termini di capacità produttiva sul mercato. Sotto questo aspetto la chiusura dell'iniziativa sull'LNG di Brindisi non è comunque di buon auspicio", spiegano ancora a Centrosim, sottolineando che "la performance consolidata sarà supportata dall'ulteriore recupero di margini sulle attività regolate, ma il driver portante resterà la powergen, che già da inizio anno mostra margini in deterioramento nel termoelettrico, ma rispetto alla quale non ravvisiamo al momento elementi tali da richiedere una correzione delle assunzioni". Dunque le stime non si toccano per il momento. "In base a questo le nostre stime di Ebitda sul 2005 restano confermate a 8,8 miliardi di euro, basate su un consolidamento di 6 mesi sia per Terna che per Wind e di 7,5 miliardi di euro al 2006", concludono gli esperti. Rating buy con prezzo target a 7,8 euro.
COMMENTA LA NOTIZIA