Enel: attesi 4 miliardi di cessioni nel 2014 in nuovo piano, in affanno il titolo a Piazza Affari

Inviato da Flavia Scarano il Mer, 26/02/2014 - 10:54
Quotazione: ENEL
Debole Enel a Piazza Affari. Il titolo sul Ftse Mib segna al momento un calo dello 0,64% a 3,72 euro. Il mercato attende con ansia la presentazione del nuovo piano industriale fissata per il prossimo 12 marzo. Secondo quanto risulta a Il Sole 24 Ore, il piano sarà caratterizzato dalla continuità: proseguimento del contenimento dei costi e un'oculata allocazione degli investimenti per rafforzare la struttura finanziaria. A fine 2013 l'obiettivo di discesa del debito a 42 miliardi è stato battuto scendendo sotto quota 40 miliardi di euro. Per quanto riguarda le cessioni, a detta del quotidiano di Confindustria il target sarà confermato su ulteriori 4 miliardi entro fine anno.

Nel frattempo la controllata Endesa ha pubblicato i risultati dell'esercizio 2013 da cui si evince un utile netto in calo dell'8% a 1,88 miliardi di euro rispetto al 2012 contro un'attesa di 1,74 miliardi di euro. Sul risultato hanno impattato negativamente le riforme spagnole sul settore energetico. L'Ebitda è diminuito del 4% a 6,72 miliardi di euro contro i 6,62 miliardi del consensus Bloomberg. La power generation ha subìto un calo del 6% su base annua a 132.427 GWh.
COMMENTA LA NOTIZIA