Enel ancora debole a Piazza Affari, Intermonte vede spazio per ulteriori cessioni di asset minori

Inviato da Titta Ferraro il Gio, 02/02/2012 - 09:16
Uscita di Enel da Terna con una plusvalenza di 178 mln di euro. Blanda la reazione del titolo a Piazza Affari che mantiene l'intonazione negativa della vigilia e cede lo 0,58% a quota 3,096 euro. "La cessione sottolinea la necessità di Enel di contenere il debito in una fase critica per il settore della generazione", commentano oggi gli analisti di Intermonte che vedono spazio per ulteriori dismissioni in Europa per potenziali cessioni di assets minori per 300-400 milioni di euro.
COMMENTA LA NOTIZIA