Enel, per Actinvest non e' piu' un titolo da comprare

Inviato da Redazione il Lun, 30/05/2005 - 09:52
Quotazione: ENEL
E' tempo di cambiare strategia su Enel. La pensano così gli analisti di Actinvest. Il broker ha ridotto la raccomandazione da buy a hold sul colosso elettrico italiano, mantenendo il target price di 7,6 euro. Il motivo? Tutto parte dalla cessione di Wind. "Il management di Enel e Weather Investments hanno raggiunto un accordo per la cessione da parte di Enel del 62,75% di azioni di Wind. Enel riceverà un pagamento in contanti di circa 3,009 milioni di euro per la quota di Wind, che valuta l'equity a circa 4,9 milioni, il valore di carico di Enel. La cessione della prima tranche di Wind permetterà ad Enel di deconsolidare circa EUR 7.4 mld di debito, e di ricevere circa 3 miliardi di cash. La seconda fase permetterà a Enel di apportare la rimanente parte di Wind con l'ottica di quotare la società entro la fine del 2006", spiegano gli esperti londinesi. "Nel lungo periodo Fulvio Conti, nuovo a.d. di Enel ha confermato nella conference call che il piano di Enel è quello di uscire in toto dalle attività di telefonia. Conti ha inoltre confermato che entro settembre sarà presentato un nuovo business plan che darà indicazioni su come verranno utilizzati gli 3 miliardi di euro di liquidità e anche le linee strategiche. Entro metà luglio dovrebbe anche essere collocata sul mercato una quarta tranche di Enel. Dal momento che non esiste ancora chiarezza sui dettagli della cessione, abbiamo deciso di abbassare la nostra raccomandazione in via prudenziale su Enel da buy a hold", aggiungono.
COMMENTA LA NOTIZIA