1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Emergenti: Maier (Raiffeisen), una correzione è possibile ma non è la fine del rally -2

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

“Nonostante ci sia un po’ di incertezza sui mercati, i fattori fondamentali sottostanti che rendono interessanti la maggior parte dei mercati emergenti non sono cambiati o, addirittura, ora sono più favorevoli che mai”, nota il money manager, citando a sostegno della sua “tesi” i livelli demografici, la struttura dei costi salariali, una forte necessità di convergenza, frequenti e buone forniture di materie prime, la crescita dei mercati nazionali e, negli ultimi tempi, finanze pubbliche molto più solide e robuste rispetto alla maggior parte dei paesi sviluppati industrializzati. In termini di valutazione, secondo Maier, i prezzi delle azioni dei mercati emergenti sono ancora giustificati, nonostante siano fortemente cresciuti, e sono ancora generalmente più bassi rispetto a quelli dei paesi industrializzati. A suo avviso, la crescita degli utili attesi rende certamente corretti gli attuali livelli di prezzo o, in molti casi, persino troppo bassi.