1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Elezioni Usa: per Ubs nulla di scontato, ecco le idee d’investimento

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

L’8 novembre si avvicina. Mancano meno di due mesi alle elezioni statunitensi più atipiche della storia dove si sfideranno Donald Trump e Hillary Clinton, anche se il recente malore dell’ex first lady alla commemorazione dell’11 settembre potrebbe essere un macigno per le prossime settimane di campagna elettorale. La media degli ultimi sondaggi, calcolata da Real Clear Politics, vede Hillary Clinton in vantaggio di 3 punti su “The Donald”. Nulla però è scontato nelle presidenziali americane. Un esempio classico è il 1988 quando Michael Dukakis perse contro George Bush per ben sette punti percentuali, quando solo due mesi prima i sondaggi davano il Partito Democratico in vantaggio con lo stesso margine.

“A nostro avviso la disaffezione verso i candidati dei due maggiori partiti rende il risultato ancor meno prevedibile del solito”, si legge in un report dell’Ufficio Studi di UBS Wealth Management firmato Mark Haefele, Chief Investment Officer Wealth Management, Dirk Effenberger, Head of Cross-Regional Investment Office. I due analisti hanno individuato idee di investimento che possono eccellere con una presidenza Clinton, altre che possono beneficiare di una presidenza Trump.

Idee di investimento per una presidenza Clinton e un congresso diviso
“Questo è lo scenario base dell’Ufficio Studi di UBS Wealth Management. In generale, il contesto dovrebbe continuare a sostenere le azioni e le obbligazioni investment grade statunitensi. Ci aspetteremmo una modesta reazione positiva dei mercati nel momento in cui si attenuerà l’incertezza sulla politica e i mercati escludono gli scenari più estremi. Questo esito supporterebbe anche l’efficienza energetica, il nostro tema di investimento a lungo termine”.

Idee di investimento per una presidenza Trump e un congresso repubblicano
“Riteniamo che questo scenario sia il caso di rischio meno probabile. All’inizio, l’effetto di una vittoria di Trump potrebbe presentare analogie con il voto a favore della Brexit: l’oro potrebbe aumentare e vi potrebbe essere un deflusso di capitali dal dollaro statunitense verso il franco svizzero. Nel contempo, il timore di un maggiore protezionismo potrebbe nuocere ai listini o ai settori con un’elevata esposizione alle vendite come i beni di consumo voluttuari dell’Eurozona”.

Idee di investimento per entrambi gli scenari
“A nostro avviso, gli investitori possono superare indenni le elezioni statunitensi aumentando i titoli europei che garantiscono dividendi (UME, UK e Svizzera), focalizzandosi su una combinazione di qualità e sostenibilità dei dividendi. E il nostro tema di investimento Sicurezza sembra ben posizionato per beneficiare dell’aumento della spesa per la sicurezza promesso da entrambi i candidati”.