1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Elezioni francesi, effetto Macron sull’euro. Balza fino a $1,08, ai massimi in sei settimane

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Effetto Macron sull’euro. Nel primo dibattito televisivo tra i candidati all’Eliseo, è stato Emmanuel Macron a convincere di più gli elettori, stando ai risultati dei sondaggi. Secondo il sondaggio Elabe, tra le 1.157 persone che hanno visto il dibattito, il 29% ha definito il candidato indipendente il più convincente, rispetto al 19% che ha favorito Marine Le Pen, leader del Front National e Francois Fillon, candidato del centrodestra coinvolto nello scandalo Penelopegate. Meglio ha fatto il candidato dell’estrema sinistra Jean-Luc Melechon, con un tasso di approvazione del 20%. Il candidato socialista Benoit Hamon è rimasto indietro con un sostegno di appena l’11%. 

L’euro si è rafforzato nei confronti delle principali valute, e verso il dollaro viaggia solido diretto verso la soglia di $1,08, fino a superarla. 

Così ha commentato a Bloomberg la performance della moneta unica Daisuke Karakama, responsabile economista di Mizuho Bank, a Tokyo.

“Lo smorzarsi dell’incertezza politica, l’enorme surplus dell’Eurozona e le aspettative di una Bce che sembra propendere verso una politica monetaria meno accomodante, sono tutti fattori che stanno contribuendo alla solidità dell’euro”.

Bruno Cautres, esperto di scienze politiche presso SciencesPo, a Parigi, ha commentato la performance di Macron:

Macron se l’è cavata molto bene: per lui la sfida era dimostrare di non essere solo l’ultimo arrivato, nuovo e inesperto, ma di avere la conoscenza e le competenze per fare un buon lavoro”. 

Le Pen ha di nuovo sfoderato l’arma del populismo e, nella sua seconda corsa all’Eliseo, ha accusato gli sfidanti, affermando che le loro esperienze passate da ministri confermano come siano responsabili delle condizioni attuali in cui versa la Francia; la leader dell’estrema destra ha ribadito con fermezza: “Desidero fermare l’immigrazione, sia legale che illegale, e sono orgogliosa del mio piano”.

Non è mancato l’attacco all’Unione europea: “La globalizzazione selvaggia è un incubo per voi tutti”, ha detto, in un messaggio rivolto ai suoi elettori.

Macron è riuscito a tener testa a Le Pen: “Contrariamente a lei, io voglio che ci siano persone responsabili in politica. Io sono a favore di una Francia che sia forte in Europa”.