1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Effetto mondiali sul Pil? Benetti non lo vede, ecco perche’

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La coppa del mondo ci salverà dal rosso in cui sono finiti i conti pubblici italiani? Gli economisti e analisti della City si sono divertiti qualche settimana fa a sostenere che la vittoria della nazionale di calcio avrebbe fatto bene al bilancio del Belpaese. Secondo i calcoli degli esperti di Abn Amro la vittoria degli azzurri avrà un impatto accrescitivo nell’ordine dello 0,7% sulla crescita economica prevista in Italia
Non tutti però concordano con questa tesi. “C’è uno studio che suffraga questa ipotesi e quantifica il contributo alla crescita di una vittoria ai mondiali di calcio nello 0,7% del Pil, misura tutt’altro che trascurabile”, ricorda anche Carlo Benetti, responsabile Asset Management di Julius Baer Sgr intervistato da Finanza.com. L’esperto però si tira fuori dal coro. “Non credo però che la vittoria ai mondiali possa generare tali effetti positivi sulla crescita di un Paese anche se è bello crederlo”, continua. Il motivo è semplice. “La crescita economica è il risultato della interazione complessa tra numerosi fattori e non mi sentirei di iscrivere un risultato positivo in un confronto sportivo, ancorché prestigioso e quest’anno per noi molto gratificante, tra questi fattori”, spiega l’esperto. Volendo fare la prova del nove, Benetti ricorda che il Brasile vanta 5 vittorie ai Mondiali “ma non sono state ancora sufficienti a garantire un adeguato catching up”. Anzi, “semmai è l’ospitalità dell’evento a generare effetti positivi sulla crescita di un Paese: si stima che i Mondiali di calcio contribuiscano al GDP della Germania, nel 2006, per un significativo 0,5%”, conclude il responsabile Asset Management di Julius Baer Sgr.