1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Bilancio Italia ›› 

Effetto Elliott già svanito per titolo Telecom, analisti temono primo trimestre debole e imminente arrivo spauracchio Iliad 

QUOTAZIONI Telecom Italia
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Sembra già terminato il magic moment in Borsa di Telecom Italia. Il titolo della maggiore tlc soffre nel giorno del cda per l’approvazione dei conti del primo trimestre 2018 che potrebbero riservare deboli indicazioni sul fronte dei margini e debito in aumento. Inoltre il mercato inizia a soppesare i potenziali contraccolpi nei prossimi trimestri dall’arrivo in Italia di Iliad. 

Dall’assemblea del 4 maggio, che ha sancito la vittoria di Elliott che ha conquistato la maggioranza del cda, il titolo Telecom Italia ha lasciato sul terreno oltre il 7% violando al ribasso nelle ultime sedute la soglia di 0,80 e attestandosi sui minimi a oltre un mese.

Il cda di oggi è il primo importante appuntamento per il nuovo cda di Tim, chiamato all’approvazione dei conti del primo trimestre 2018. I numeri relativi ai primi tre mesi dell’anno saranno diffusi domani mattina con conference call del ceo Amos Genish con gli analisti in agenda alle ore 14:00.

Verso ebitda in calo per la prima volta dal 2° trimestre 2016

La tlc guidata da Amos Genish potrebbe riservare deboli indicazioni al mercato con l’ebitda in calo per la prima volta dal secondo trimestre 2016. Stando al consensus pubblicato sul sito di Telecom, gli analisti si attendono ricavi di gruppo in flessione del 2,7% a 4,69 miliardi di euro, con il fatturato domestico che dovrebbe mostrare una leggera crescita dello 0,4% a 3,662 miliardi. Attesa pressione sui margini: nel primo trimestre il margine operativo lordo è atteso a 1,958 miliardi (-1,6% a/a), mentre l’Ebitda domestico organico dovrebbe calare dell’1,1% a 1,627 miliardi.

Il debito netto adjusted del gruppo è invece indicato in aumento dell’1,3% a 25,573 miliardi dai 25,235 miliardi di fine marzo 2017.

TIM Brasile ha comunque segnato un’accelerazione della crescita per il quinto trimestre consecutivo, con un +6,4% nel 1° trimestre (in valuta locale), rispetto al 6,1% nel 4° trimestre 2017.

Nodo Italia, pressioni in aumento con imminente arrivo di Iliad

Il ritorno in negativo dell’ebitda sarebbe dovuto quindi anche al rallentamento del business in Italia. Il trend, stando alle indiscrezioni delle scorse settimane, sarebbe proseguito ad aprile e il management della tlc sarebbe sull’allerta per l’imminente arrivo di Iliad in Italia, atteso prima dell’estate, quindi entro il 21 giugno. Nel primo trimestre dell’anno i ricavi da servizi di Wind Tre in Italia segnano un’ulteriore contrazione del 7,1% mentre Vodafone Italia segna un +0,7%.

Ma analisti vedono titolo tornare sopra muro 1 euro

Abbastanza positiva la view degli analisti sul titolo Tim. Sono ben 17 le indicazioni di acquisti (Buy) contro gli 11 che raccomandano il mantenimento in portafoglio (Hold) mentre solo 3 analisti dicono Sell.

Il prezzo medio indicato dagli analisti è 1,02 euro con quindi un potenziale upside del 28% circa rispetto ai prezzi attuali.