Effetto derivati: l'oro fa boom e per gli analisti è solo l'inizio

Inviato da Redazione il Lun, 22/10/2007 - 08:46
L'oro sembrava aver perso smalto. Per gran parte dell'anno ha oscillato tra 640 e 670 dollari l'oncia non riuscendo mai a sfondare il tetto dei 700 dollari. Aveva attraversato periodi di forte sofferenza, tanto da suscitare il timore che avesse in qualche modo smarrito le sue tradizionali funzioni di bene rifugio e di antidoto ai ribassi dei mercati azionari. Complice la bufera dei subprime e dei derivati, il metallo si è risvegliato guadagnando oltre il 15% nel giro di un mese e proiettandosi a livelli di prezzo che non vedeva da ben 28 anni: 770 dollari l'oncia è stato il nuovo record segnato in chiusura di settimana a Londra. Una ripresa eccezionale, che secondo la maggior parte degli analisti non si esaurirà in poche sedute.
COMMENTA LA NOTIZIA