1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Effetto crisi retail e bancarotta Toys ‘R’ Us, Mattel sospende dividendi. Titolo fino a -27%

Debole la domanda verso i suoi prodotti core come Barbie, Hot Wheels, Thomas & Friends e Monster High.

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Tonfo per il titolo Mattel, che nelle contrattazioni afterhours ha perso fino a -27% dopo l’annuncio della sospensione dei dividendi trimestrali. La sospensione, ha reso noto il colosso dei giocattoli numero uno al mondo, sarà operativa a partire dal quarto trimestre dell’anno.

La crisi che ha investito l’intero settore retail Usa, e che nel caso di Mattel si è tradotta nella bancarotta di Toys ‘R’ Us, è tutta scritta nel risultato di bilancio del gruppo, che è stato deludente a prescindere dalla notizia relativa alla sospensione dei dividendi.

Tra l’altro, la decisione permetterà a Mattel di risparmiare appena $50 milioni al trimestre. I dividendi trimestrali dell’azienda ammontavano a 15 centesimi per azione.

Così ha commentato il bilancio il numero uno Margo Georgiadis:

“La performance del terzo trimestre è stata chiaramente deludente, a causa della compressione nel Nord America, provocata dal ricorso all’amministrazione controllata di Toys ‘R’ Us, dalla gestione più severa delle scorte e dalla sfida rappresentata da alcuni marchi che stanno sottoperformando“.

Prima di procedere alla sospensione, Mattel aveva tagliato all’inizio dell’anno i dividendi di più del 60%.

Il neo AD Georgiadis, che si è insediata ai vertici nel mese di febbraio, ha intenzione di ridurre le spese di $650 milioni nel corso dei prossimi due anni, più tre volte il taglio di $200 milioni che era stato previsto a giugno.

Dal bilancio è emerso che, nel terzo trimestre terminato lo scorso 30 settembre, le vendite di Mattel su base netta sono scese del 13%, a $1,56 miliardi, sulla scia della debole domanda verso i suoi prodotti core come Barbie, Hot Wheels, Thomas & Friends e Monster High.

Il risultato è stato decisamente peggiore rispetto alle attese del consensus, con gli analisti intervistati da Thomson Reuters che avevano previsto un fatturato di $1,81 miliardi.

Le perdite nette sono state pari a $603,3 milioni, o $1,75 per azione, rispetto agli utili di $236,3 milioni, o 68 centesimi per azione, dello stesso periodo del 2016.

La bancarotta di Toys ‘R’ Us e le maggiori spese hanno pesato sul margine lordo del gruppo, che nel trimestre è sceso del 7%.

Nel grafico, il capitombolo del titolo sofferto nell’arco di un’ora appena.