1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Edison-EdF, gli interrogativi che restano aperti

QUOTAZIONI Edison R
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nascerà un polo concorrente all’Enel con la neonata Transalpina di Energia? Questa è la sfida che Giuliano Zuccoli ha evocata abbastanza esplicitamente e un’apertura di credito verso un’operazione che mantiene per metà in Italia la seconda azienda elettrica e nel gas è condivisibile. Con due osservazioni: la prima è che alla fine i francesi di EdF avranno per loro ammissione il possesso del 50% di Foro Bonaparte contro il 30% di Aem-Delmi. Il 20% in eccesso sarà sterilizzato. La partita sarà così contenuta, ma tutto dovrà pur sempre ruotare intorno a una governance efficiente e del tutto inattaccabile di fronte a eventuali litigi, e all’asta delle quote che seguirebbe un dissidio insanabile. La seconda osservazione riguarda il piano industriale. Per alcuni aspetti Aem ed Edison sono concorrenti. Dal 2001 Foro Bonaparte ha strappato una sola iniezione di risorse dai soci. EdF ha le spalle larghe, ma il Comune di Milano, azionista di Aem, da quell’orecchio non ci sente e ha escluso aumenti di capitale. Per la crescita ed eventuali investimenti bisognerà pescare da qualche altra parte.