Edison: Cda non ha raggiunto la maggioranza su congruità prezzo Opa di Transalpina

Inviato da Flavia Scarano il Mar, 19/06/2012 - 07:55
Quotazione: EDISON
Il Cda di Edison ha espresso le proprie valutazioni in merito all'offerta pubblica di acquisto obbligatoria totalitaria promossa dalla controllante Transalpina di Energia sulla totalità delle azioni ordinarie Edison, aventi diritto di voto, non possedute dall'offerente e da Mntc Holding. Lo rene noto la società in un comunicato. Per quanto riguarda la valutazione sulla congruità del prezzo d'offerta di 0,89 euro per azione ordinaria, il board non ha raggiunto la maggioranza richiesta dall'art.18 dello Statuto sociale. Gli amministratori Lescoeur, Bigois, d'Onghia, Jami, Mathias, Mora e Verdier-Naves si sono astenuti dalla votazione onde evitare, si legge nella nota, che possa essere loro ascritto un interesse per conto di Edf e di Transalpina di Energia, tenuto conto dei loro rapporti con tali soggetti. Tale circostanza rendeva necessario il voto unanime degli altri amministratori, tutti indipendenti: al riguardo, mentre gli amministratori Gitti e Gros-Pietro, tenuto conto delle fairness opinion rese loro da Goldman Sachs e Rothschild, hanno ritenuto congruo il corrispettivo di offerta conformemente al parere da essi rilasciato, l'amministratore Cocchi è stato di avviso contrario. In ogni caso, il fatto che il Cda non abbia raggiunto la maggioranza per esprimersi in merito alla congruità del prezzo d'offerta, non è ostativo dello svolgimento dell'offerta. Per i dettagli e le considerazioni formulate dal Consiglio di amministrazione si rinvia al comunicato dell'emittente che verrà reso pubblico unitamente al documento di offerta, nei termini e con le modalità previste dalla legge.
COMMENTA LA NOTIZIA