EdF a un bivio su Edison

QUOTAZIONI Edison R
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Scenario di “ripiego” e di “sviluppo” nel futuro del quasi monopolista elettrico francese Edf? Non ci sono mezze misure per Edf. Su questa alternativa, che quanto all’Italia mette in gioco la sorte di Edison, si è soffermata ieri la “commissione Roulet”, l’organismo di emanazione del governo di Parigi che deve vagliare il programma industriale del colosso di Stato, Electricité de France, e stabilire le sue necessità finanziarie dei prossimi anni. Dalle porte chiuse dietro le quali si è presentato a dire la sua il neo presidente di Edf, Pierre Gadonneix, non è uscito nulla di ufficiale, ma secondo indiscrezioni filtrate il numero uno del gruppo avrebbe espresso la sua preferenza per lo scenario più ambizioso: quello che vedrebbe Edf rafforzare la presenza all’estero. Dove? Soprattutto nei tre Paesi principali d’Europa: nel Regno Unito, in Germania e in Italia. Da noi come è noto Edf controlla il 18% della holding, la Italenergia bis, che ha in portafoglio il 62% di Edison, ha onerosi impegni per rilevare dagli altri soci il 100% da febbraio 2005, e corre il rischio di dover lanciare anche un’offerta pubblica di acquisto. Ma secondo indiscrezioni di stampa la seconda opzione prevederebbe invece di limitare la presenza all’estero di Edf. E quindi anche un’eventuale uscita da Edison.

Commenti dei Lettori
News Correlate
EUROPA

Total: utile netto balza del 77% nel primo trimestre 2017

Trimestrale migliore delle aspettative per Total in uno scenario caratterizzato dalla risalita dei prezzi del petrolio. In particolare, il colosso petrolifero francese ha visto l’utile netto rettificato balzare del 56% a 2,6 miliardi di dollari (cons…