1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Economia: Ups, l’Italia teme il made in China

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Cina è sempre più vicina, ma non per tutti l’impero di Mezzo è un’opportunità. Per l’81% dei manager europei la globalizzazione è positiva, ma quando si chiama in causa la Cina a fronte di un 56% che la vede come un’opportunità, per una bella fetta pari al 26% costituisce una minaccia. E’ quanto emerge da un sondaggio condotto da UPS Europe Business Monitor, in cui 1.450 top manager di sette Paesi europei sono stati chiamati ad esprimere le proprie opinioni su diversi temi che influenzano il business in Europa. I manager dei Paesi che sostengono maggiormente la globalizzazione e i suoi benefici sono anche quelli che si sentono più minacciati dalle economie emergenti: il 35% dei dirigenti in Spagna è preoccupato dalla Cina, mentre i più propensi a considerare l’Europa dell’Est una minaccia sono i manager del Regno Unito e del Belgio, con un 15% ciascuno. E l’Italia? Anche il Belpaese fa parte gruppo di Paesi che temono maggiormente la Cina ma è anche tra quelli che percepiscono come propizi per il proprio sviluppo i mercati dell’Europa dell’Est. I più aperti rispetto al commercio globale sono i dirigenti in Germania che vedono opportunità sia in Cina (62%) sia nell’Est Europa (88%).