1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Macroeconomici ›› 

Economia italiana da record nel 2010

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

L’economia italiana nel 2010 potrebbe diventare la locomotiva d’Europa. È quanto emerge dall’outlook semestrale sull’economia diffuso questa mattina dall’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico.


L’Ocse ha infatti alzato le stime sul Prodotto Interno Lordo dell’Italia, evidenziando per il 2010 una crescita dell’1,1%, quasi il triplo rispetto al +0,4% previsto lo scorso mese di giugno. Se questa previsione si realizzerà, l’economia italiana risulterà l’anno prossimo più dinamica di quelle dell’Eurozona, per le quali gli esperti dell’Ocse prevedono un progresso di appena lo 0,9 per cento.

Nell’area Ocse, precisano gli analisti, si sta assistendo a una ripresa largamente inaspettata solo sei mesi fa. Nel dettaglio la congiuntura dei paesi più sviluppati è prevista in flessione ad un tasso del 3,5% quest’anno. La svolta si avrà nel 2010 quando il Pil del paesi Ocse dovrebbe mettere a segno un progresso dell’1,9% e successivamente del 2,5% nel corso del 2011.


In relazione al mercato del lavoro nel Belpaese, l’Ocse ha precisato che “la disoccupazione è salita meno di quanto si potesse prevedere vista la gravità della recessione”. Gli economisti hanno pertanto migliorato la previsione sul livello di disoccupazione italiano per il 2010 all’8,5% dal 10,2% stimato lo scorso giugno e rispetto al 10,6% atteso per l’Eurozona. Per il 2011 invece la nuova stima è dell’8,7% per l’Italia a fronte del 10,8% stimato per i paesi dell’area euro.