Easyjet: Munoz, collaboriamo a uno sviluppo sostenibile

Inviato da Micaela Osella il Gio, 23/11/2006 - 09:48
La compagnia low cost easyJet dice sì alla presa di posizione del ministro dell'Ambiente Pecoraro Scanio che ha chiesto un confronto diretto con le compagnie aeree sulle procedure e sugli standard da seguire per le emissioni di gas serra del traffico aereo. "Riteniamo assolutamente positivo l'atteggiamento del ministro Pecoraro Scanio - commenta Arnaldo Munoz, Southern Europe General Manager di easyJet - che punta il dito esattamente al nodo della questione: non sono le tasse a risolvere un problema di portata epocale, ma un atteggiamento mentale diverso e nuovo che coniughi le necessità dello sviluppo con la sostenibilità delle scelte operate". Secondo easyJet sarà importante inserire quanto prima il settore aereo nell'European Emissions Trading System. "Per quanto ci riguarda grazie alla flotta moderna e all'elevato tasso di utilizzazione, abbiamo emissioni per passeggero chilometro quasi del 30% inferiori rispetto alle linee aeree tradizionali che coprono rotte simili", continua Munoz, ricordando che come riportato recentemente nello Stern Review solo l'1,6% dell'emissione globale di gas serra è dovuto al traffico aereo.
COMMENTA LA NOTIZIA