Draghi spinge l'euro/sterlina ai minimi a un anno

Inviato da Titta Ferraro il Gio, 09/01/2014 - 15:14
Decisa virata in negativo per l'euro in scia al tono molto accomodante delle parole di Mario Draghi a margine della prima riunione del 2014 della Bce. Il cross euro/dollaro è sceso nell'ultima mezz'ora sui minimi di giornata a 1,3548, mentre l'euro/sterlina ha toccato i minimi a un anno a 0,8227.

Il presidente della Bce, Mario Draghi, ha sottolineato a margine della riunione odierna della Bce (tassi invariati allo 0,25%) che i funzionari dell'istituto centrale hanno rafforzato il loro impegno a mantenere i tassi di interesse bassi per tutto il tempo necessario per sostenere l'economia dell'area euro. "Ribadiamo la nostra ferma volontà di intervenire se necessario - ha detto Draghi nel corso della conferenza stampa post decisione sui tassi - con diversi possibili strumenti di intervento a nostra disposizione con la scelta di quale strumento usare che dipenderà dalle condizioni di mercato". "Il mandato Bce sulla stabilità dei prezzi è in entrambe le direzioni", ha aggiunto Draghi sottolineando come le attese di inflazione ancora a questi livelli nei prossimi mesi. Draghi ha rimarcato che la politica monetaria accomodante della Bce sta contribuendo alla ripresa economica con comunque il permanere di rischi al ribasso sulla crescita.

Sempre oggi si è riunita anche la Bank of England che come da attese ha lasciato i tassi di interesse invariati al minimo storico dello 0,50%. Il costo del denaro è fermo su questi livelli dal 2009. La banca centrale britannica ha anche confermato il piano di acquisto asset a 375 miliardi di sterline.
COMMENTA LA NOTIZIA