Draghi fa scattare nuovi segnali d'acquisto sul FTSE Mib, su Prysmian segnale di vendita dopo la trimestrale

Inviato da Riccardo Designori il Ven, 09/05/2014 - 11:24

I segnali di debolezza che erano emersi sul daily chart del FTSE Mib nel corso della seduta del 7 maggio con la violazione, confermata al termine delle contrattazioni, dei supporti statici di area 21.340 punti sono stati annullati dall'allungo di ieri. I corsi del basket italiano hanno infatti recuperato sia il sostegno della soglia menzionata sia incrociato positivamente dal basso verso l'alto le resistenze dinamiche di breve espresse dalla media mobile a 14 periodi. Le due indicazioni permettono ora al paniere di mettere nel mirino le resistenze statiche di area 21.950 punti. Il basket potrebbe tuttavia spingersi oltre detta soglia e portare a termine il pull back profondo della trendline ascendente tracciata con i minimi del 15 e 25 aprile. La linea di tendenza in questione, violata al ribasso lo scorso 5 maggio, attualmente transita in prossimità dei 22.120 punti. A livello di singole storie societarie, Azimut appare in crescente pressione sui supporti statici di area 21,60 euro. La violazione del livello, confermato in chiusura di contrattazioni, farebbe scattare sul daily chart della società di asset management un nuovo segnale di vendita. Segnale di vendita già emerso ieri sul grafico giornaliero di Prysmian. La società della Bicocca dopo la pubblicazione dei risultati trimestrali è stata protagonista di un sell off che ha spinto i corsi del titolo a violare al ribasso i supporti statici di area 17,25 euro. La soglia menzionata rappresentava la parte inferiore del trading range all'interno del quale l'azione scambiava da metà dicembre. L'estensione al ribasso del trading range riporterebbe Prysmian in area 15,15 euro.




COMMENTA LA NOTIZIA