Downgrade di S&P già scontato dai mercati, possibili ripercussioni su bancari e assicurativi (Exane BNP)

Inviato da Floriana Liuni il Lun, 16/01/2012 - 15:23
Il downgrade di S&P su 9 Paesi dell'Eurozona è un evento che i mercati avevano già scontato, quindi non ci si aspettano conseguenze significative su quel fronte. "Nonostante cio', la decisione di S&P peserà sul sentiment, già bear, sulla situazione economica e politica dell'Eurozona nel medio termine". E' il parere degli analisti di Exane Bnp espresso in una nota raccolta da Finanza.com. Se la decisione dell'agenzia di rating ostacolasse l'integrazione fiscale dell'Ue, dicono gli esperti, le conseguenze potrebbero sentirsi sui rendimenti sovrani a lungo termine.
"Per quanto riguarda il settore bancario", prosegue Exane Bnp, "va operata una distinzione in funzione della situazione dei singoli paesi: il downgrade della Francia non dovrebbe avere particolari effetti sul mercato francese ma incidere negativamente sul sentiment del mercato. Il giudizio sull'Italia dovrebbe invece determinare il downgrade di numerose banche del Bel Paese nei prossimi giorni cosi' come per le banche spagnole". Per quanto riguarda il settore assicurativo, si prevedono invece possibili difficoltà, anche se non dovrebbero esserci sell off di titoli nè problemi sdi solvenza.
COMMENTA LA NOTIZIA