Il downgrade del Portogallo penalizza i listini a Wall Street

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le borse Usa chiudono la seduta appesantite dal nuovo downgrade del merito di credito portoghese da parte dell’agenzia Moody’s. Il giudizio è stato portato a Ba2, “junk”, spazzatura, e l’outlook è negativo. Il Dow Jones ha terminato la seduta in calo dello 0,1% a 12.569,87 punti, -0,13% dello S&P a 1.337,88 e +0,35% del Nasdaq che si porta a 2.825,77. Dal fronte macro sotto le stime il dato relativo gli ordini industriali, saliti a maggio dello 0,8% mensile.

Tra le storie del giorno segno più per Pfizer e per le Adr Novartis (+0,14% e +0,59%). La società newyorkese è risultata appesantita da una ricerca secondo cui il farmaco per smettere di fumare Chantix (Champix) potrebbe incrementare il rischio di problemi cardiaci mentre le American depositary receipt (certificati che rappresentano un titolo azionario emesso da una società non americana) della casa di Basilea hanno beneficiato dei risultati positivi della sperimentazione dell’anti-tumorale Afinitor. Dal fronte giudizi +2,19% per Google, promossa da Evercore a “overweight” dal precedente “equal-weight”. In crescita anche il prezzo obiettivo, che da 620 è stato portato a 670 dollari. Per quanto riguarda l’M&A, Energy Transfer Equity (+0,69%) ha alzato l’offerta per l’acquisizione di Southern Union (+4,21%) a 40 dollari per azione o 0,903 azioni ETE. Il board di Southern Union ha accettato l’offerta. Il controvalore complessivo dell’operazione è pari a circa 8,9 mld, al di sopra sia degli 8,7 mld di dollari (39 dollari) recentemente offerti da Williams Cos. (-0,23%) e sia rispetto ai 7,9 mld inizialmente messi sul piatto da ETE.