Dow e S&P terminano l'ottava sopra la parità, Apple penalizza il Nasdaq

Inviato da Luca Fiore il Sab, 08/12/2012 - 10:30
Chiusura di ottava con il segno più per il Dow (+0,62% a 13.155,13 punti) e lo S&P (+0,29% a 1.418,07) che hanno capitalizzato gli aggiornamenti relativi l'andamento del mercato del lavoro. A novembre il tasso di disoccupazione è sceso al 7,7%, il livello minimo da quasi quattro anni, e il saldo delle payrolls è risultato positivo per 146 mila unità, 56 mila in più rispetto alle attese.

Una lettura più approfondita dei dati rivela che la contrazione del tasso di disoccupazione è stata favorita dal calo delle persone in cerca di lavoro (-350 mila unità) mentre l'incremento delle payrolls è da prendere con il beneficio di inventario alla luce della revisione dei dati relativi i due mesi precedenti.

Segno meno invece per il Nasdaq, -0,38% a 2.978,04, penalizzato dal -2,56% messo a segno dal titolo Apple che ha perso quasi il 25% rispetto ai massimi toccati a settembre. Il Ceo di Cupertino, Tim Cook, ha annunciato un investimento da 100 milioni di dollari per portare negli Usa la produzione di una delle linee dei pc Mac.

Tra i titoli in maggiore evidenza segnaliamo il +2,62% di American International Group che ha capitalizzato le indiscrezioni relative la possibile cessione, per oltre 5 miliardi di dollari, di una quota di maggioranza in International Lease Finance. Per quanto riguarda i giudizi, +0,44% per McDonald's nel giorno in cui Janney ha promosso la catena di fast-food a "buy" e -0,93% per Yum! Brands, su cui RBC ha ridotto il prezzo obiettivo da 82 a 77 dollari.
COMMENTA LA NOTIZIA