Il Dow e lo S&P chiudono l’ottava in territorio positivo, in rosso il Nasdaq

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Chiusura di ottava in sostanziale parità per gli indici a Wall Street, spinti al rialzo dalla possibile approvazione di un nuovo piano di salvataggio per Atene. Il Dow Jones ha terminato con un +0,36% a 12.004,36 punti, +0,3% dello S&P a 1.271,5 e -0,28% del Nasdaq a 2.616,48. Due velocità anche per il saldo settimanale con i tre indici che mettono rispettivamente a segno un +0,44%, un +0,03% ed un -1,03%. Ed indicazioni contrastanti sono arrivate anche dal fronte macro, con il dato preliminare redatto dall’Università del Michigan che ha rilevato un calo della fiducia a 71,8 punti, contro l’incremento a 74,5 punti pronosticato alla vigilia dagli analisti, ed il +0,8% messo a segno a maggio dal superindice. Intanto il Fondo Monetario Internazionale ha tagliato le stime sulla crescita statunitense 2011-2012. Quest’anno l’economia Usa è vista in espansione del 2,5% rispetto al +2,8% indicato in precedenza, mentre nel 2012 la crescita del Pil è vista al 2,7% dal +2,9% stimato da aprile.

Tra le notizie del giorno spicca il -20,74% messo a segno da Research In Motion, penalizzata da una guidance troppo prudente sui conti del trimestre in corso e dell’intero esercizio. Il titolo della casa produttrice del famoso Blackberry è stato poi penalizzato dal downgrade di Citigroup (+1,78%) da “hold” a “sell” e di Jp Morgan (+1,09%) da “overweight” a “neutral”. +1,99% invece per Staples, promossa da Nomura a “neutral”, e -0,33% per Capital One, su cui Suntrust Robinson ha alzato la raccomandazione a”buy”. Capital One ha annunciato di aver siglato un accordo con l’olandese Ing per la cessione del controllo di ING Direct USA per 9 miliardi di dollari. Intanto Reynolds Group Holdings, società neozelandese del miliardario Graeme Hart, ha annunciato che acquisirà Graham Packaging (-2,06% a 25,2$) per 25,5 dollari in contanti, dai precedenti 25 dollari. Dal fronte Ipo, debutto positivo per Bankrate, salita dai 15 dollari iniziali a 15,34 dollari (+2,27%).

Commenti dei Lettori
News Correlate
MERCATI

Borse europee caute, indicazioni deludenti dal Pil a stelle e strisce

Chiusura di settimana all’insegna della debolezza per le borse europee. A Londra il Ftse100 ha terminato a 7.203,94 punti, lo 0,46% in meno rispetto al dato precedente, il Dax si è fermato a 12.438,01 (-0,05%) e il Cac40 a 5.267,33 (-0,08%). Sopra la…

USA

Wall Street si muove incerta dopo dato deludente Pil

Wall Street si muove incerta dopo il deludente dato sul Pil che nel primo trimestre è cresciuto al ritmo più debole degli ultimi tre anni. L’indice Dow Jones scivola dello 0,12%, l’S&P500 segna un -0,06% e il Nasdaq sale dello 0,08%. …

Borse europee aprono poco mosse all’indomani della Bce

Le Borse europee hanno aperto poco mosse all’indomani della Bce che ha confermato la sua politica monetaria. Dall’Eurotower non sono arrivati per la verità spunti di rilievo in vista dell’incontro dell’8 giugno in cui saranno presentate le previsioni…

Borsa di Tokyo chiude in moderato calo

La Borsa di Tokyo ha chiuso in moderato calo, con gli investitori che si muovono più cauti dopo l’euforia di inizio settimana. L’indice Nikkei ha terminato in ribasso dello 0,29%, a 19.196,74 punti e il Topix ha ceduto lo 0,32% a 1.531,80 punti. Dive…