Il Dow chiude sopra quota 13 mila, peggior seduta da 4 anni per Apple

Inviato da Flavia Scarano il Gio, 06/12/2012 - 09:05
Seduta a due velocità per i listini a Wall Street. L´ottimismo di Obama su una soluzione positiva del fiscal cliff, il Presidente ha detto che alcuni repubblicani "stanno accettando l´idea di incrementi dell´imposizione fiscale se questi saranno accompagnati da riforme e da tagli alla spesa", ha permesso al Dow Jones di chiudere in rialzo dello 0,64% a 13.034,49 punti e allo S&P di mettere a segno un +0,16% a 1.409,28 punti. Segno meno invece per il Nasdaq (-0,77% a 2.973,7) penalizzato dal -6,43% messo a segno da Apple, la peggior seduta degli ultimi quattro anni, in scia della notizia che la società di clearing COR ha alzato il margine per negoziare il titolo AAPL. Per quanto riguarda i dati macro, a novembre la società Adp ha stimato una crescita delle buste paga del settore privato di 118 mila unità, contro le +125 mila del consenso. Meglio del previsto invece gli ordini industriali, saliti il mese scorso dello 0,8% m/m, l'Ism servizi, passato da 54,2 a 54,7 punti, e il dato relativo la produttività, che nel Q3 ha messo a segno un +2,9% t/t.
A livello di singole performance rally di Citigroup (+6,33%) dopo la presentazione del piano di ristrutturazione che comporterà spese straordinarie per 1 miliardo di dollari nel quarto trimestre e un taglio di 11 mila posti di lavoro. Tra le società che hanno presentato i conti, -0,45% per Brown-Forman nonostante il colosso dei superalcolici abbia battuto le stime e alzato la view sull´esercizio 2013 e -17,46% di Pandora, penalizzata dalla guidance sul Q4. Parità infine per Ford le cui vendite in Cina a novembre hanno messo a segno un nuovo record (+56% a 67.505 veicoli).
COMMENTA LA NOTIZIA