Dossier Telecom ancora chiuso per Colaninno e Fininvest, rispunta l'ipotesi Telefonica

Inviato da Marco Barlassina il Gio, 19/04/2007 - 08:43
Quotazione: TELECOM ITALIA
Quotazione: MEDIASET
Quotazione: IMMSI *

Né la Immsi di Roberto Colaninno, né la Fininvest della famiglia Berlusconi hanno attualmente negoziati in corso per un ingresso nel capitale di Telecom o della sua controllante Olimpia. E' stato questo il risultato di un nuovo giro di richieste di informazioni effettuato dalla Consob, da cui è invece giunta la conferma a contatti con più parti instaurati da Intesa Sanpaolo e ai contatti generici con potenziali investitori in Olimpia da parte di Mediobanca. Il monitoraggio della Commissione ha però riguardato anche Mediaset (controllata da Fininvest), che si è dichiarata estranea a qualsiasi operazione riferibilea Olimpia-Telecom Italia, precisando inoltre di non avere in corso acquisti di azioni Telecom.

 
Ha ripreso quota, intanto, la pista spagnola. Questo dopo che il quotidiano spagnolo "el Economista" ha riferito che Telefonica sarebbe sul punto di formalizzare un'offerta per il 66% di Olimpia a 3 euro per azione. Si tratterebbe di un parallelo dell'operazione ipotizzata da At&T e America Movil (anch'esse puntavano al 66% della holding) a un prezzo superiore di 8 centesimi di euro. Resta alta quindi l'attenzione per Telecom da parte di gruppi con solidi interessi in America Latina. Il ritorno di Telefonica sul fascicolo, dopo il fallimento del memorandum of understanding firmato a fine gennaio, è infatti ritenuto legato all'intenzione di evitare un rafforzamento della America Movil di Carlos Slim nella regione.
 

Sul capitolo Telecom si registra infine una parziale retromarcia dei vertici At&T, che solo lunedì scorso avevano annunciato l'abbandono delle trattative in esclusiva. Ieri sera Randall Stephenson, direttore operativo del colosso americano ha infatti riaperto le porte ai negoziati: "Se la politica deciderà di fare un passo indietro - ha detto - potremmo tornare a valutare l'operazione. Telecom è una buona società con ottimi asset e grande capacità nel wireless, se le interferenze politiche cesseranno e se ci sarà un'altra opportunità per trattare, lo faremo."

COMMENTA LA NOTIZIA