1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Dossier Gazprom, battuta d’arresto per Eni

QUOTAZIONI Eni
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Battuta d’arresto per il corso accelerato di russo di Paolo Scaroni. Ieri l’amministratore delegato di Eni era a Mosca per vedere il paragrado di Gazprom e proseguire la difficile riscrittura dell’accordo sul gas, siglato a maggio e poi stralciato per la contrarietà dell’Antitrust e dei sindaci Eni. L’incontro con il presidente Alexey Miller, uomo bizzoso per chi lo conosce, non c’è stato. “Difficoltà tecniche”, secondo fonti russe. Ma perché non avvertire, risparmiando al manager vicentino il lungo viaggio? Nessuno lo spiega. Forse per capirlo va compresa la natura dei negoziatori ex sovietici, abituati a centellinare ogni comportamento secondo logiche di potere e contrattazione. I russi ritengono insoddisfacente la lista del possibile memorandum of understanding presentato due settimane fa al vertice turco.