Doris: "Mediolanum resterà in famiglia"

Inviato da Redazione il Gio, 23/03/2006 - 09:15
Quotazione: MEDIOLANUM
"L'Italia ha bisogno di grandi banche di dimensioni europee e quindi è auspicabile che riprenda il processo di aggregazioni. Non escludo a priori che Mediolanum possa partecipare a questa nuova fase di consolidamento anche se per noi il tema non è urgente". A parlare è Ennio Doris, numero uno di Mediolanum che ci ha tenuto a precisare come sia priva di fondamento l'ipotesi di un suo ritiro dalla guida operativa, aggiungendo che la famiglia Doris intende riaffermare il proprio ruolo di azionista di riferimento: "I miei figli hanno altrettanta passione per l'azienda e proseguiranno in futuro il mio lavoro". Dopo l'ingresso di Fininvest, socio di Mediolanum, nel capitale di Capitali, si è parlato dell'ipotesi che la sua società possa confluire nell'istituto capitolino, cosa c'è di vero? "Sul mio tavolo non c'è nulla di concreto, solo la stima nei confronti di Arpe". E per quanto riguarda il vecchio discorso circa l'integrazione Generali-Mediolanum? "Anche qui non c'è niente allo studio. E credo che la scelta migliore per mediolanum sia quella di continuare a crescere da sola", ha rimarcato Doris.
COMMENTA LA NOTIZIA