1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Domanda interna, il key factor dell’economia nipponica (Fondionline.it) -1

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Cosa accadrà quando si esaurirà la spinta ai nuovi investimenti trainata dal momento felice vissuto dalle aziende export oriented.
I miglioramenti compiuti dal settore corporate rappresentano una delle peculiarità della ripresa economica nipponica. Le società sono riuscite a riportare su livelli ritenuti ‘sostenibili’ gli enormi debiti contratti durante gli anni ’80 e ’90. La domanda estera di manufatti made in Japan, ed in special modo dalla Cina, ha fornito la spinta decisiva alla crescita dei profitti aziendali (che stanno per chiudere il quarto anno consecutivo a livelli record). Le companies hanno utilizzato gran parte della liquidità incassata -oltre che per ripianare i debiti- per porre in essere nuovi investimenti.
L’ultimo Tankan (indice ‘business prospect’ aggiornato con cadenza trimestrale dalla Banca Centrale del Giappone) dimostra che la ripresa degli investimenti sta coinvolgendo trasversalmente tutte le categorie di imprese: dalle grandi alle piccole aziende manifatturiere, alle società di servizi. Ma presto o tardi le corporate nipponiche potrebbero iniziare ad esaurire la loro spinta alla realizzazione di nuovi investimenti e ad accorgersi -ed a temere le conseguenze – dell’elevata dipendenza di alcune attività produttive dalla domanda Usa (in primis le aziende automobilistiche). A quel punto l’unica speranza di tenuta della ripresa in corso sarà affidata ai consumi domestici. (segue).