1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Dollaro/Yen, nuovi segnali di debolezza per la valuta Usa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il rimbalzo intrapreso dai minimi di 80,21 ha riportato il cross che lega il dollaro allo yen in prossimità di un ostacolo che al momento appare insormontabile: le resistenze di area 84,40. Nemmeno il secondo tentativo di allungo oltre tale soglia, dopo aver visto il cambio ritracciare e consolidare i recenti rialzi in occasione dei ribassi di inizio dicembre in prossimità dei supporti statici di 82,50/82,60, è andato a buon fine. Quello in atto appare dunque un esempio di doppio massimo in costruzione. Tale figura peraltro non avrebbe al momento implicazioni estremamente negative per il trend di lunghissimo periodo, avendo come target in caso di estensione completa della figura esattamente i minimi del primo novembre in prossimità di 80,25/80,30. Partendo da questo presupposto è dunque possibile iniziare una strategia short anche grazie al cedimento del minimo del 10 dicembre a 83,45 e all’incrocio della media mobile a 14 periodi. La violazione di 83,45 dovrebbe spingere abbastanza velocemente il cross in prossimità dei supporti di 82,50. Chi volesse puntare dunque ad un nuovo test dei minimi di periodo può dunque entrare short all’altezza di 83,10/83,20. Con lo stop collocato in caso di allungo oltre 83,70, il primo target è a 82,60 mentre il secondo è a 80,40.

Commenti dei Lettori
News Correlate
MERCATI

Piazza Affari sale con Enel e Telecom

Si riscatta Piazza Affari nell’ultima seduta della settimana recuperando la debolezza della vigilia dovuta alle parole di Jean Claude Juncker, presidente della Commissione europea, che ieri in un intervento a …

RAPPORTO OCSE

Ocse lancia allarme su debito

Alert Ocse sul debito. L’organizzazione parigina indica che nel 2018 il debito nei Paesi Ocse è stimato in crescita a quota 45.000 miliardi di dollari rispetto ai 43.600 miliardi del …