1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Dollaro si conferma debole, analisti stimano un pronto riscatto

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Seduta altalenante per il biglietto verde. Azzerati i guadagni innescati dalla diffusione dell’intervento del n.1 della banca centrale Janet Yellen davanti alla Commissione servizi finanziari della Camera, attualmente l’indice del dollaro quota in rosso dello 0,2% a 80,508 punti.

Secondo quanto dichiarato dalla neo governatrice, la nuova gestione dell’istituto con sede a Washington non si discosterà da quella precedente: il processo di riduzione degli stimoli monetari è destinato a continuare e il costo del denaro sarà confermato ai livelli attuali ancora per parecchio tempo.

“Una politica fortemente accomodante rimarrà appropriata per un tempo considerevole anche dopo la fine del tapering” e, anche nel caso di una discesa del tasso di disoccupazione sotto il 6,5%, il livello dei tassi sarà confermato ai livelli attuali “per parecchio tempo”.

Nonostante la recente fase di debolezza “non abbia intaccato la view 2014”, secondo Jens Nordvig di Nomura “è necessario essere cauti sul dollaro nel breve termine”. Mark McCormick, strategist valutario del Crédit Agricole ritiene invece che i ritracciamenti del biglietto verde rappresentino opportunità per “acquisti selettivi”.

“Il recente pullback -rileva McCormick – fornisce un’opportunità per rimettere in campo scommesse rialziste sul dollaro in linea con la nostra view di lungo termine, in particolare segnaliamo il cambio con lo yen e con alcune divise emergenti”.

Commenti dei Lettori
News Correlate
AUMENTO DI CAPITALE

Carraro: offerta in opzione, sottoscritto il 99,684%

A conclusione dell’offerta in opzione nell’ambito dell’aumento di capitale, Carraro ha annunciato che sono stati esercitati 43.225.974 diritti per la sottoscrizione di 33.620.202 azioni, pari al 99,684% del totale.

Il controvalore complessivo è d…

BANCHE ITALIA

Veneto Banca: Cda chiede intervento Atlante per ricapitalizzazione

Oggi il Cda di Veneto Banca “ha riaffermato – si legge in una nota diffusa dall’istituto – la propria piena fiducia nella prospettiva dell’aggregazione con Banca Popolare di Vicenza come condizione per il rilancio delle due banche, importante per lo …

MERCATI

Chiusura di ottava di poco sotto la parità per le borse europee

Grazie a un miglioramento nella seconda parte innescato dalla revisione al rialzo del Pil statunitense del primo trimestre (+1,2%), i listini europei riducono le perdite e chiudono la settimana di poco sotto la parità.

A Londra il Ftse100 ha term…

MACRO

Stati Uniti: fiducia dei consumatori a 97,1 punti a maggio

Nel mese di maggio l’indice di fiducia dei consumatori elaborato dall’Università del Michigan si è attestato a 97,1 punti, dai 97 di aprile. Nella stima flash il dato era risultato pari a 97,7 punti.