Dollaro e petrolio mettono sotto pressione Wall Street, chiusura contrastata

Inviato da Redazione il Mar, 04/03/2008 - 08:34
Chiusura contrastata per la Borsa americana. Ieri gli indici a stelle e strisce hanno aperto gli scambi in calo, indeboliti dal tonfo di venerdì, per poi recuperare nel corso della seduta, arrivando al traguardo a due velocità. Il Dow Jones è sceso dello 0,06% a 12258,90 punti, seguito dal Nasdaq che ha segnato un -0,56%, mentre l'S&P500 ha guadagnato lo 0,05%. A mettere sotto pressione il listino di New York sono stati i diversi dati macro, che hanno fornito indicazioni contrastanti sullo stato di salute della prima economia mondiale. A questi si sono aggiunte la debolezza del dollaro, che ha toccato nuovi minimi nei confronti dell'euro, e la nuova impennata del prezzo del petrolio. Fra i titoli, le vendite hanno colpito United Technologies, dopo che ha lanciato un'offerta da 2,63 miliardi di dollari su Diebold. In profondo rosso Boeing, in calo del 2,55%, sfavorita dalla mancata aggiudicazione di una maxi-commessa dal Pentagono.
COMMENTA LA NOTIZIA