Dollaro in evidenza, attesi nuovi rialzi

Inviato da Luca Fiore il Mar, 27/05/2014 - 17:38
Dati macro spingono il biglietto verde. Massimi da un mese e mezzo per il dollar index, l'indice che misura le performance del biglietto verde contro un basket di valute, che grazie alle indicazioni macro ha toccato gli 80,505 punti (livello maggiore dal 7 aprile).

Nel corso della seconda parte il buon momento della prima economia, che sembrerebbe essersi lasciata definitivamente alle spalle il rallentamento innescato dall'ondata di freddo che a gennaio e febbraio ha colpito gli Usa, è stato certificato dalle indicazioni migliori delle attese arrivate dagli ordini di beni durevoli (+0,8%), dai prezzi delle abitazioni (+12,4%), dal Pmi servizi (58,4 punti) e dall'indice manifatturiero di Richmond (7 punti).

Con l'eurodollaro stabile a 1,3617 nei pressi della media mobile a 200 giorni, il dollaroyen ha toccato 102,12 yen, massimo da due settimane. Nelle prossime sedute gli analisti stimano un indebolimento del primo cross e la crescita del secondo.

Nel primo caso, "le aspettative di mercato sono orientate per un taglio del costo del denaro nel corso della prima settimana di giugno e con il cross nei pressi della media mobile a 200 giorni potremmo assistere a una discesa verso 1,35 in vista del meeting della Bce", si legge in una nota elaborata dagli analisti di Goldman Sachs. "La prossima area di supporto è fissata a 1,3401-1,3505 in direzione della media mobile a 55 e 200 settimane", rileva CitiFX Technicals.

Per il dollaroyen Goldman stima che il trading range durerà fino alla pubblicazione delle payrolls la prossima settimana mentre Citi rileva come il grafico inizi a mostrare una "price action" rialzista.
COMMENTA LA NOTIZIA