Dollaro giù dopo uscita scena Summers da corsa per guida Fed

Inviato da Titta Ferraro il Lun, 16/09/2013 - 10:03
Il passo indietro di Larry Summers che si è ritirato dalla corsa per la guida della Federal Reserve si fa sentire oggi sul mercato valutario con una netta prevalenza delle vendite sul dollaro. Il biglietto verde cede rispetto a tutte le altre principali valute con cross dollaro/yen sceso a 98,8, mentre l'euro/dollaro si è spinto fino a 1,3373.

Nel fine settimana Summers, ex segretario al Tesoro americano e anche ex consigliere di Obama alla Casa Bianca, ha ritirato la sua candidatura dalla corsa alla presidenza della Fed consapevole del fatto che la designazione avrebbe dato adito a divisioni all'interno della banca centrale. "Ogni eventuale processo di una mia nomina (di fronte al Congresso) non sarebbe accolta con favore e non sarebbe utile nell'interesse della Federal Reserve, del governo, della ripresa economica ora in atto" ha scritto Summers in una lettera indirizzata al presidente degli Stati Uniti, Barack Obama.

La notizia è stata ben accolta dal mercato che ora vede la strada spianata per la nomina di Janet Yellen, attuale vice presidente della Fed. "Senza Summers viene meno l'incertezza circa il proseguimento della linea di politica monetaria degli Usa - commenta oggi Michael Hewson, Senior Market Analyst di CMC Markets - e i mercati hanno reagito positivamente all'annuncio a sorpresa, convinti che Janet Yellen (ora unico candidato in pectore a sostituire Bernanke) non potrà che continuare sulla strada già tracciata". L'esperto di CMC rimarca come il rafforzamento dell'euro, tornato sui massimi di agosto, rappresenta un problema ben noto ai policymakers europei e potrebbe costituire l'oggetto delle disamine del presidente della Bce Mario Draghi, chiamato a dare uno speech questa mattina.
COMMENTA LA NOTIZIA